Proprio nel giorno di Natale, Anonymous twittava infatti: "Questo mese stiamo lavorando in silenzio. Abbiamo già sventato un attacco dell'Isis contro l'Italia, ora speriamo di bloccare anche gli altri". Non è stato però specificato quali fossero gli obiettivi italiani nel mirino dei tagliagole del Califfato.
Gli attivisti di Anonymous hanno promesso di stanare e denunciare i radicali della jihad che predicano l'odio via internet sin dall'indomani degli attentati del 13 novembre scorso a Parigi. In quei giorni di terrore per tutto l'Occidente, Anonymous diffuse un video che ritraeva un attivista camuffato con la maschera di Guy Fawkes che, in francese, prometteva "enormi cyber-attacchi" contro lo Stato Islamico.

"La guerra tra noi e voi è dichiarata - avevano avvertito gli hacker- Siate pronti, perché contro di voi lanceremo la maggiore operazione di sempre." In passato, ricorda il Daily Mail,gli attivisti di Anoymous hanno già pubblicato liste di profili Twitter da cui viene diffusa la propaganda a favore dello Stato Islamico. Una minaccia concreta che ogni mese conquista nuove leve alla causa dell'islamismo violento.
I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti inserite il vostro nome o la modalità anonimo.

Posta un commento

 
Top